Logo Estate Regina Sostenitore Estate Regina Montecatini Terme
 
                       
Info & Booking Estate Regina Montecatini Terme
   
Martedì 7 Giugno

Terme Tettuccio ore 21.15
 
 

CAVALLERIA RUSTICANA in forma semi scenica

ORCHESTRA DEL CARMINE

  diretta dal M°Pietro Horvath
Selene Fiaschi, soprano
Giorgio Casciarri, tenore
Sharon Sage, contralto
Romano Martinuzzi, baritono
Veronica Senserini, mezzosoprano

Coro "Città di Pistoia"
Maestro del coro, Gianfranco Tolve - Regia di Nicoletta Perondi
Musiche di P.Mascagni

 

 

 

PROGRAMMA

J.S. Bach     Concerto in Do Minore per violino e oboe BW1060
I. Allegro
II. Adagio
III. Allegro

W.A. Mozart Le Nozze di Figaro
Ouverture

 

W.A.Mozart Sinfonia in Do maggiore n.41 – Jupiter K551
I. Allegro vivace
II. Andante cantabile

 

Nel preludio Turiddu intona una serenata a Lola, la ragazza a cui si era promesso prima di partire soldato e che ha ritrovato, al suo ritorno, sposa del carrettiere Alfio. E' il giorno di Pasqua, siamo in un paesino della Sicilia, i contadini intonano cori che si diffondono nei campi.
Santuzza, amante di Turiddu, sospetta che il suo amante abbia ripreso l'antica relazione con Lola, e lo viene a cercare da mamma Lucia. Anch'essa intuisce la verità, ma il loro dialogo è interrotto dall'arrivo di compar Alfio e poi dalla processione pasquale che si conclude nella chiesa del paese.
Santuzza non può seguire mamma Lucia in chiesa (è scomunicata per la sua relazione con Turiddu) ma le rivela tutto l'amore che prova per Turiddu, anche se questi ha ripreso ad amare Lola che così tradisce apertamente suo marito.
Santuzza, rimasta sola fuori della chiesa, incontra Turiddu e lo affronta per un chiarimento. Turiddu non intende dichiarare la verità mostrando a Santuzza indignazione e offesa. Il dramma dell'innamorata Santuzza è sempre più forte.
Nel frattempo passa anche Lola che va in chiesa, e il confronto tra Santuzza e Turiddu riprende con maggior drammaticità tra la finta collera di lui e la esasperazione di lei. Il confronto si chiude con la maledizione lanciata da Santuzza a Turiddu (“A te la mala Pasqua, spergiuro!”) tanto che Santuzza, ormai sconvolta, rivela a compar Alfio la tresca tra sua moglie Lola e Turiddu.
Alfio vuole vendicare il suo onore. Terminata la funzione religiosa, gli uomini del paese si riuniscono all'osteria, e Turiddu offre da bere a tutti. Ma Alfio compie il rituale della sfida a Turiddu, da eseguire subito appena fuori dal paese. Dopo l'addio a mamma Lucia, Turiddu va al duello e l'opera si conclude nella tragedia.

* * *

In “Cavalleria Rusticana” sparisce totalmente qualsiasi forma di proiezione, come accaduto nella Prima parte della serata. La regista ha voluto ora esaltare il buio della notte, il bianco caldo della Sicilia, le luci accecanti siciliane. Ha chiesto allo scenografo Daniele Spisa la semplicità delle linee, le fughe dei piani in prospettiva come lettura dell'azione scenica. Lo sforzo più grande lo ha chiesto ai cantanti i quali devono interpretare il proprio ruolo come attori drammatici. Le parole sono piene di drammaticità, impossibili da ignorare.
I momenti più drammatici di “Cavalleria Rusticana” vengono esaltati da cupe luci, in alcuni momenti raggiungendo il buio quasi totale,come nella processione.
Nel finale viene rievocata la Pietà di Michelangelo come a chiedere perdono della fragilità dei sentimenti che ogni essere umano ha in sé.


 

Selene Fiaschi, soprano (Cavalleria Rusticana: Santuzza)

Nasce e compie gli studi a Firenze. A diciannove anni inizia lo studio del canto lirico con il M° Bruno Sorelli per proseguire con il soprano Gabriella Ravazzi. Dal 2010 al 2013 frequenta l'Accademia di Alta Formazione per Cantanti Lirici di Firenze e i Laboratori Lirici di Grosseto e Orvieto (Gianni Schicchi 2011, Così fan tutte 2012). Nel 2013 partecipa al Cantiere Lirico Mozart indetto dal Teatro Goldoni di Livorno "Così fan tutte" venendo selezionata per il ruolo di Dorabella e frequentando le Masterclass del mezzosoprano Christina Sogmeister e del so#prano Valeria Esposito. Si perfeziona nel repertorio veristico con Bruna Baglioni. Nell'agosto del 2014 debutta nel ruolo di Tosca nella Tosca di G. Puccini presso il 25° Festival di Musica nel Castello di Frasso Sabino (Ri). Si è esibita in diverse città italiane e estere. Prossimamente sarà Leonora in Trovatore e Santuzza in Cavalleria Rusticana.

 

Giorgio Casciarri, tenore (Cavalleria Rusticana: Turiddu)

Tenore fiorentino, allievo di Jorge Ansorena, debutta nel 1992, nel ruolo del " Duca di Mantova" in Rigoletto al Teatro Piccinni di Bari, ruolo che ha poi interpretato per circa 200 volte in tutto il mondo. Ha cantato in molti dei più importanti teatri italiani e internazionali tra cui La Scala di Milano, Il Comunale di Firenze, La Fenice di Venezia, L'Opera di Roma, il Carlo Felice di Genova, il Verdi di Trieste, Il Bellini di Catania, il Massimo di Palermo, Il Regio di Parma, il Donizetti di Bergamo, il Grande di Brescia, il Ponchielli di Cremona, il Goldoni di Livorno, il Verdi di Pisa, il Comunale di Modena e Ferrara, l'Arena e il Filarmonico di Verona, lo Sferisterio di Macerata, il Festival di Torre del Lago, il Festival della Val D'Itria, ecc. All'estero il Metropolitan di New York, lo Staatsoper di Vienna, la Deutsche Oper di Berlino, il Festspielhaus di Salisburgo, Nederland Opera di Amsterdam, Opera Royal di Copenaghen, il Finnish Opera di Helsinki, il Municipal di Marsiglia, il Municipal di Nizza, il Municipal di Nancy, il Municipal di Toulon, il San Carlo di Lisbona, Opera di Oviedo, Staatsoper di Lipsia, Francoforte e Colonia, Opera Royal di Stoccolma, Opera di Detroit, Cujas di Las Palmas, Opera di Tenerife, A.B.A.O. di Bilbao, Opera di Valladolid, Concert Gebown di Amsterdam, Volksoper di Vienna, Staatsoper di Graz, Opera di Budapest, Festival di Macao, Ireland Opera di Dublino, Opera di Weimar, ecc.

 

 

  Sharon Sage, contralto (Cavalleria Rusticana: Lucia)
Si è laureata in canto e in lingue moderne negli Stati Uniti prima di trasferirsi a Firenze, dove si è diplomata al Conservatorio L. Cherubini in canto (con Andreina Desderi) e in musica da camera per cantanti (con Liliana Poli). Si è esibita spesso in vari Paesi come solista in opere, oratori e recitals. È stata per molti anni artista del coro del Maggio Musicale Fiorentino, dove spesso è stata scelta come solista nelle produzioni dell'Ente.
  Romano Martinuzzi, baritono (Cavalleria Rusticana: Alfio)
Nato a Prato, debutta nel Rigoletto di Verdi come Ceprano. In seguito debutta Don Pasquale, Dulcamara (Elisir d'Amore) e Don Basilio (Barbiere di Siviglia). Nel 2003,dopo il debutto come Uberto in Serva Padrona di Pergolesi, interpreta nella stagione estiva del Maggio Musicale F.no (Boboli) il ruolo di Don Profondo nel Viaggio a Reims di Rossini, e nel 2006 canta nel Barbiere di Rossini diretto da R.Abbado,con A.Corbelli e D.Barcellona sempre al Maggio F.no.
Nel 2007 debutta ad Arezzo Don Giovanni di Mozart, e nel 2010 Scarpia in Tosca, Alfio in Cavalleria e Germont in Traviata. Ha cantato come solista al Musikverein di Wien, nel 2013, cantando brani da Tosca,Carmen,Don Carlo. Ha lavorato anche con Z.Mehta, R.Muti, S.Ozawa.
  Veronica Senserini, mezzosoprano (Cavalleria Rusticana: Lola)
Nata a Pistoia nel 1983, Veronica Senserini studia con il soprano Elena Bartolozzi e si diploma presso l'istituto musicale pareggiato "Mascagni" di Livorno con il massimo dei voti. Studia pianoforte, musica vocale da camera e pianoforte jazz. Dal 2007 è membro fondatore dell'ensemble vocale barocco/rinascimentale "La voce delle Muse". Partecipa e vince diversi concorsi musicali e nel 2011 vince il primo premio nella categoria esordienti del concorso per giovani cantanti lirici europei "Aslico". Nell'autunno dello stesso anno il soprano è stata impegnata in "Rigoletto"nei maggiori teatri del nord e centro Italia. Nel 2011 le è stato assegnato il "Premio Prato Iva Pacetti". Nel 2015 ha partecipato alla messa in scena dell'opera "La traviata" di G. Verdi, nel ruolo di Flora. Dal 2010 si occupa di formazione vocale per voci bianche nelle scuole primarie della provincia di Pistoia.
 

Orchestra del Carmine
L'Associazione "Il Carmine", attiva dal 2002, dal 2008 è in appalto ministeriale come Orchestra professionista presso il Conservatorio di Musica L. Cherubini di Firenze, per la classe di Direzione di orchestra del M° A. Pinzauti, con repertorio principalmente di musica sinfonica. Ha collaborato e collabora con Enti musicali e culturali, in produzione di opere liriche. Ha partecipato a Lirica sotto le stelle nell'estate 2012 e 2013 nella Villa Strozzi di Firenze, in manifestazioni estive di lirica, a Casole d'Elsa, invernali a Casciana e Grassina. In repertorio le più popolari e tradizionali opere liriche. L'orchestra ha eseguito prime mondiali di musica antica, da una ricerca di anonimi del maestro U. Cerini e contemporanea, il maestro B. Rigacci ha affidato all'orchestra l'esecuzione in prima assoluta di due sue opere teatrali.

 

Pietro Horvath, direttore d'orchestra
Si è esibito su scene di prestigio in Italia e all'estero come direttore d'orchestra, solista, musicista da camera, primo violino e didatta ottenendo sempre l'apprezzamento del pubblico, della critica e dei suoi studenti. Nell'ambito camerale ha creato i gruppi Musici mundi e Consonanza, con i quali ha partecipato a festivals importanti in Italia (Puccini e Sorrento), Portogallo e Grecia (Il Festival Luso-Greco-Italiano), Osaka-Giappone (Sogo Center). Dal 2006 è stato nominato direttore principale e maestro concertatore dei "Solisti Fiorentini". Nel 2014 ha diretto a Pistoia il "Barbiere di Siviglia".

 

Coro "Città di Pistoia"
Nato nel 1981 è un coro misto con un repertorio che spazia dal cinquecento al novecento e che affronta anche la musica tradizionale, operistica, popular e spiritual. Ha un'intensa attività concertistica che prevede oltre a tournées in Italia e all'estero anche la collaborazione con Enti e Associazioni locali quali il Comune di Pistoia, l'Associazione Stammitsch, Gli Amici dell'Opera di Pistoia, l'Associazione Giorgio Tesi Group. Da vari anni l'Opera lirica è entrata nel repertorio del Coro che ha affrontato Opere di Puccini, Rossini, Donizetti, Verdi, con le quali ha partecipato con notevole successo a varie manifestazioni. Collabora con cori di altri paesi ed è stato varie volte ospitato in Francia, Germania, Austria, Inghilterra e Stati Uniti.

 

Gianfranco Tolve, maestro del coro
Si è diplomato in Musica Corale, Direzione di Coro e Didattica della Musica presso il Conservatorio "L.Cherubini" di Firenze e ha seguito in Italia e all'estero molti corsi di perfezionamento per la musica corale e la direzione d'orchestra tenuti da prestigiosi maestri. Ha contribuito alla preparazione del Coro Regionale Toscano diretto dal M° Roberto Gabbiani e ha collaborato con il flautista René Clemencic e con i famosi direttori d'Orchestra Bruno Bartoletti e Gennadij Roldestsvenskij. Affianca l'attività di Direttore del Coro con la docenza di Educazione Musicale presso l'Istituto "Cino da Pistoia". Dirige il Coro Città di Pistoia dal 1984.

 

 

 

 

  Sostenitore Estate Regina Montecatini Terme Credito Cooperativo Valdinievole BK1 conceptFactory
  Home | Programma | Orchestra | Press | Sostenitori   Privacy policy | design creativalab.com | webmaster GS
Comune di Montecatini Terme Terme di Montecatini Regione Toscana

 

Contatti e Prenotazioni