Logo Estate Regina Sostenitore Estate Regina Montecatini Terme
 
                       
Info & Booking Estate Regina Montecatini Terme
   
Domenica 19 Giugno

Sala Regina ore 21.15

Scarica la locandina

 
 

PORTRAITS

Ritratti di donne note, degne di nota

Anna Maria Castelli, cantante attrice
Alda Dalle Lucche, sax
Susanna Bertuccioli, arpa
Elida Pali, violoncello

Testi e musiche a cura di Marco Vichi e Massimo Buffetti

 

 

 

PROGRAMMA

Germaine Tailleferre
Violeta Parra
Cathy Berberian
Gabriella Bartolomei
Malala Yousafzai


Anna Maria Castelli, cantante attrice

Cavaliere "Ordine al Merito della Repubblica Italiana (O.M.R.I)" per meriti artistici Nata a Milano, di origini napoletane e vissuta per molto tempo in Svizzera, inizia a cantare giovanissima. La sua attività artistica è molto intensa, soprattutto all'estero. Uno dei più prestigiosi festival internazionali, il Montreux Jazz Festival che l'ha invitata per due edizioni consecutive, l'ha considerata una fra le prime cinque 5 voci al mondo. Ricercatrice curiosa, alterna al suo interesse per il jazz, il tango, la canzone d'autore, la canzone francese, il teatro ed il teatro musicale del quale è considerata una delle maggiori interpreti europee. Nel jazz ha collaborato con Giorgio Gaslini, Gianni Coscia, Renato Sellani, Simone Guiducci, Kyle Gregory, Stefania Tallini, Salvatore Maiore. Interessata alle avanguardie musicali ha partecipato ad un progetto di musica elettronica con alcuni ricercatori del Dipartimento di Musicologia dell'Università di Helsinki. Nel 2002 è protagonista, a Vilnius e Kaunas, con la Lithuanian State Symphony Orchestra diretta dal M° Massimo Lambertini, della prima mondiale assoluta de "L'Opéra du Pauvre", opera inedita composta per sola voce cantante e recitante, orchestra sinfonica e coro dal grande poeta, compositore e chansonnier francese Léo Ferré. Sempre nel 2002 vince il Premio Musica Europa con "Opéra Tango" con il Gruppo del bandoneonista uruguayo Hector Ulises Passerella. Nel 2005 diventa la protagonista del progetto tuttora in distribuzione "La meravigliosa avventura del tango" al fianco del Premio Oscar Luis Bacalov. La sua passione per l'America latina l'ha portata a rappresentare nel 2014 al Teatro della Pergola di Firenze la Misa Criolla di Ariel Ramirez, con il coro Città di Firenze. Ha partecipato, come protagonista, allo spettacolo scritto, diretto e interpretato da Giorgio Albertazzi dal titolo "Borges in Tango" (dedicato ai testi poetici di Borges e alle musica di Piazzolla). Sempre in teatro al fianco di Omero Antonutti (attore cinematografico di grande spessore, protagonista dello splendido film dei Taviani, Padre padrone) con "Tu non eri che la notte….two years later" e "Religioni contro" e al Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia, Il Rossetti di Trieste, in un songspiel scritto dal musicologo Gianni Gori che l'ha vista protagonista al fianco dell'attore Mario Valdemarin. Valente attrice oltre che cantante, nel luglio 2004 viene invitata come artista del genere Teatro Canzone alla prima edizione del Festival "Giorgio Gaber" alla Cittadella del Carnevale di Viareggio. Da allora è protagonista di vari spettacoli dedicati a questo grande autore, fra i quali l'originale "Se io ho perso…chi ha vinto?", a firma Abner Rossi-Mario Berlinguer e, in occasione del decennale della scomparsa di Gaber, "Hop...la leggerezza: Gaber...dopo Gaber". Oltre al Premio Musica Europa riceve nel 2003 il Premio Antigone, e nel 2007 il prestigioso Premio Portovenere Donna, consegnato nelle edizioni precedenti a donne come Margherita Hack, Franca Valeri, Paola Gassman, Rita Levi Montalcini, Dacia Maraini. Nel 2010 riceve insieme a Luis Bacalov il premio Ignacio Corsini. Intensa la sua attività concertistica all'estero, in particolar modo con i suoi progetti dedicati al jazz e alla canzone d'autore rappresentati in oltre 40 Nazioni. Con il progetto "Sous le ciel de Paris – Omaggio a Edith Piaf" è stata ospite della Novosibirsk Chamber Orchestra nel 2011 e nel 2012 ha iniziato un'intensa attività concertistica, sempre in Siberia, con I Virtuosi di Krasnoyarsk. Ampia la sua discografia: Something to remember (con Gianni Coscia e Renato Sellani) uscito per la prestigiosa e classica etichetta Fonè di Giulio Cesare Ricci, (ristampato nel 2012 in edizione limitata 24kGold e in vinile) "Singing Modugno", "Fiori d'Amore e d'Anarchia", "C'est toujours la même chanson" dedicato ai cantautori della "scuola genovese", "Mare di mezzo – Mediterraneo", (R)esistere realizzato in collaborazione con il Dipartimento di Musicologia dell'Università di Helsinki, "Se io ho perso...chi ha vinto?" per l'etichetta "Maremosso Edizioni". Molto attiva anche sul fronte delle Pari Opportunità: in passato infatti è stata Consigliere del Direttivo della Onlus "Donne del Mediterraneo" ed ha collaborato con la Commissione Nazionale per le Pari Opportunità. Nel 2008 viene insignita dal Presidente Giorgio Napolitano "Cavaliere dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana " per meriti artistici Attualmente è docente presso il Conservatorio A.Corelli di Messina.

Alda Dalle Lucche, sax

Diplomata con il massimo dei voti e la lode al Conservatorio Cherubini di Firenze. Le sue esperienze musicali spaziano dal contemporaneo con Berio e Henze all'avanguardia di Globokar, dalla musica da camera (oltre 15 anni di attività con il quartetto di saxofoni The Saxophones) agli spettacoli multimediali con attori. Vincitrice di concorsi internazionali tra cui il Trofeo Kawai e l'Astor Piazzolla a Castelfidardo. Ha collaborato con orchestre tra cui l'ORT- Orchestra della Toscana, l'Orchestra del Teatro Carlo Felice di Genova, l'Orchestra della Svizzera Italiana,Teatro Lirico di Cagliari (anche come solista nell'esecuzione del Concerto per saxofono soprano e orchestra "La Grazia" di R. Scaccia). Nel 2009 Claudio Abbado la invita a far parte dell'Orchestra Mozart. Dal '97 collabora stabilmente con l'Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino con la quale si e' esibita sotto la direzione di Mehta, Abbado, Prêtre, Maazel, Bychkov, Oren, Bartoletti, Conlon, Valčuha... E' docente di saxofono e musica da camera alla Scuola di Musica di Fiesole. Nel '02 è stata scelta dalla Yamaha come testimonial per i saxofoni in Italia. "...estro, bellezza del suono, sensibilità..." Semyon Bychkov

 

 

Susanna Bertuccioli, arpa

Lʼarpista Susanna Bertuccioli ha cominciato ad avvicinarsi alla musica giovanissima, compiendo i propri studi presso il Conservatorio "G. Rossini" di Pesaro sotto la guida di Bianca Maria Monteverde, diplomandosi con il massimo dei voti e la lode. Successivamente ha frequentato diversi corsi di alto perfezionamento con alcuni tra i più autorevoli esponenti mondiali dello strumento quali Marilyn Costello presso il Curtis Institute di Philadelphia, Ion Ivan Roncea allʼIstituto di Cultura Italiano a Bucarest e Susan McDowell a Umbria Jazz. Ha vinto i primi premi assoluti del Concorso arpistico "Victor Salvi" e del Concorso "Petrini-Zamboni". Dal 1982 al 1984 ha ricoperto il ruolo di prima arpa dell' "European Community Youth Orchestra" sotto la direzione di Claudio Abbado, collaborando parallelamente con lʼ "Orchestra Giovanile Italiana". Nel 1984 ha vinto il Concorso di prima arpa nell' Orchestra del "Maggio Musicale Fiorentino", ruolo che ricopre tuttʼoggi, avendo così lʼopportunità di lavorare con grandi Direttori dʼOrchestra, tra i quali Riccardo Muti, Georges Pretre, Seiji Ozawa e Zubin Metha. Nel corso della sua carriera ha collaborato inoltre con le Orchestre della Radio Svizzera Italiana, la "London Symphonietta", la "Filarmonica Toscanini" e infine nel 2007 e nel 2009, su invito del Maestro Zubin Mehta, ha suonato come prima arpa nella "Philarmonic Israel Orchestra", effettuando tournèes in vari Paesi Europei, in Medio-Oriente e in America Latina. Oltre a svolgere unʼintensa attività nellʼambito classico, da tempo si è molto appassionata anche allo studio e all'approfondimento di altre sfere musicali, sentendo lʼesigenza interiore di affrontare nuovi repertori come quello jazzistico, etnico/folk e di musica dʼautore. A partire dal 2001 ha realizzato quindi una serie di incisioni : prima il CD per arpa sola "Nevel" per la Beat Records con propri arrangiamenti, poi i due CD " Celtic Music" e "New Percussion" per RAI Trade, utilizzati dalla Televisione Italiana come colonna sonora di alcune trasmissioni; successivamente il CD di musica antica "Selva deʼ Varij Passaggi" con lʼ "Ensemble d'Allegrezza" per l'etichetta italiana Symphonia, il CD "Mistico Canto" per conto di Rugginenti Editore e il CD "Storie di Donne" con il gruppo toscano "Tuscae Gentes" Eʼ attiva anche sotto il profilo didattico, tenendo "Masterclasses" riguardanti la letteratura italiana per arpa in orchestra in Italia e in Europa.

Elida Pali, violoncello

Iniziato all'età di otto anni lo studio del violoncello presso il Conservatorio di Musica di Tirana, si afferma presto come brillante strumentista vincendo diversi Concorsi Nazionali, fino al conseguimento del diploma con il massimo dei voti nel 1992. Nel 1994 vince una Borsa di Studio del Rotary International Club per frequentare i Corsi di Perfezionamento con il Maestro Amedeo Baldovino presso la Scuola di Musica di Fiesole. Nello stesso anno, sotto la guida del Maestro Amedeo Baldovino, fonda il trio d'Archi "Trio di Tirana", con il quale frequenterà i Corsi di Perfezionamento in Musica da Camera del Maestro Riccardo Brengola presso l'Accademia Chigiana di Siena e svolgerà una intensa attività concertistica: da segnalare le partecipazioni all'Estate Fiesolana, al Festival di Ravello, alla 73a stagione dell'Accademia Chigiana, ai concerti del Palazzo del Quirinale. In seguito Elida Pali ha studiato con il M° Andrea Nannoni e con il M° Rocco Filippini presso l'Accademia "Stauffer" di Cremona. Intensa anche l'attività in diverse orchestre italiane,la "Guido Cantelli",l'orchestra Giuseppe Verdi",l'orchestra Camerata Musicale di Prato,orchestra dell'Accademia Nazionale di Santa Cecilia etc.Dal 2003 al 2007 è stato il Primo Violoncello dell'Orchestra Opera Festival, della quale ha partecipato a tutte le produzioni. Nel 2008 ha vinto l'audizione per violoncello di fila al Teatro del Maggio Musicale Fiorentino,e nel 2010 quella per il ruolo del secondo violoncello.Ha insegnato per diversi anni Violoncello alla Scuola Comunale di Musica "Mabellini" di Pistoia e suona in vari gruppi cameristici. Recentemente col quartetto di Pistoia ha suonato per la Fondazione F. M. Napolitano a Napoli e al Saloncino Manzoni di Pistoia. Nel Settembre 2009 consegue il secondo Diploma di Violoncello presso il Conservatorio "L. Cherubini" di Firenze con votazione 10 e Lode.

Marco Vichi

Nato a Firenze e vive nel Chianti. E' autore di racconti, testi teatrali e romanzi, tra cui L'inquilino, Donne donne, Il brigante, Nero di luna, Un tipo tranquillo, La vendetta, Il contratto, La sfida e la fortunata serie del commissario Bordelli. Con Morte a Firenze (Guanda, 2009) ha vinto il Premio Scerbanenco-La Stampa. Ha pubblicato inoltre il graphic novel Morto due volte, con Werther Dell'Edera. Il racconto per ragazzi, La notte delle statue, con Salani, e ha inoltre curato le antologie Città in nero, Delitti in provincia, E' tutta una follia, un inverno color noir. www.marcovichi.it Marco Vichi è nato a Firenze nel 1957. A otto o nove anni lesse il suo primo romanzo per adulti, e si emozionò a tal punto che pensò subito di far provare agli altri le stesse emozioni con una storia scritta da lui stesso. Chiese a sua mamma un quaderno e una penna e cominciò a scrivere quello che avrebbe dovuto essere un romanzo: "John Smith non era né alto né basso, né magro né grasso, né bello né brutto…" Più o meno cominciava così, ma non riuscì ad andare oltre la prima pagina. Successivamente, lungo tutta l'adolescenza e la prima giovinezza, ha usato la scrittura per placare i momenti più critici, ma senza mai immaginare o sperare di diventare un "cantastorie". A vent'anni ha cominciato a scrivere per gioco racconti e brevi romanzi a quattro mani con un suo amico, finché una persona a cui portava a leggere questi "divertimenti" non lo gelò con una frase: "Ma vuoi continuare a giocare o vuoi fare lo scrittore?" Marco sentì una bomba esplodere nel petto, e tornò a casa stordito. Fu quel giorno che decise di "provarci", di nascosto a tutta la famiglia, come per nascondere una vergogna. Scriveva e leggeva come un matto, riempiva grandi quaderni e prosciugava una penna BIC dopo l'altra, riempiendo gli armadi di racconti e romanzi. Finché, circa vent'anni dopo, quando ormai pensava di scrivere per sempre senza mai pubblicare nulla, ecco che accadde il miracolo… Nel marzo 1999 è uscito presso Guanda Editore il suo romanzoL'inquilino, uscito nel 2000 anche in Grecia. Sempre nel 1999 ha realizzato per radio RAI RADIO TRE cinque puntate della trasmissione "Le Cento Lire" dedicate all'arte in carcere. Nel giugno 2000 è uscito il suo secondo romanzo, Donne donne, sempre per Guanda, che nel 2004 è uscito in Grecia. Nel gennaio 2002 è uscito il suo terzo romanzo per Guanda: Il commissario Bordelli, uscito in Portogallo nel 2003 e in Spagna e Germania nel 2004. Nel febbraio 2003 è uscito Una brutta faccenda, il secondo episodio del commissario Bordelli, che è stato acquistato, come il primo della serie, in Spagna, Germania e Portogallo. Nello stesso anno ha curato un libretto di "omaggi" a John Fante per Fazi Editore, allegato a un documentario sullo stesso scrittore (regia Giovanna Di Lello). Dal 2003 tiene laboratori di scrittura in varie città italiane, e fino al 2009 ha lavorato presso il corso di laurea in Media e Giornalismo dell'Università di Firenze. Nel maggio 2004 è uscito Il nuovo venuto, il terzo episodio del commissario Bordelli. Nel frattempo sono usciti e usciranno racconti in varie riviste e antologie. Collabora alla stesura di sceneggiature, cura antologie di letteratura, scrive su quotidiani e riviste nazionali. Nel 2003 e nel 2004 ha lavorato all'adattamento dal francese di Love Bugs, il format televisivo di Italia Uno. Nell'aprile del 2005 è uscito Perché dollari?, una raccolta di quattro racconti tra cui uno con protagonista il commissario Bordelli. Sempre nel 2005, in luglio, ha organizzato e diretto il festival R(e)sistere di Sant'Anna di Stazzema Ha curato l'antologia Guanda Città in nero, uscita nel luglio del 2006, dove è presente un racconto con il commissario Bordelli. A ottobre del 2006 è uscito il romanzo Il brigante, ambientato in Toscana nei primi dell'Ottocento. Nello stesso mese è uscito Firenze nera(Aliberti Editore), un libro con due racconti, uno dei quali di Emiliano Gucci. A novembre 2006 è uscito un suo racconto nell'antologia La vita addosso (Fernandel), legata a un'iniziativa della comunità Ceis di Lucca (alla quale andranno i proventi del libro). Nel giugno 2007 ha curato una nuova antologia per Guanda, Delitti in provincia, e a settembre dello stesso anno è uscito il romanzo Nero di luna (Guanda). Nel gennaio del 2008 è uscita una riedizione di Donne donne. Sempre nei primi mesi del 2008, è presente in tre antologie (Piemme, Sperling e Mondadori), e a maggio è uscito il romanzo Bloody Mary per la collana Verdenero di Edizioni Ambiente, scritto a quattro mani con Leonardo Gori. A novembre 2008 sono usciti il romanzo Per nessun motivo (Rizzoli), e la raccolta di racconti Buio d'amore (Barbès). Nello stesso mese al teatro Puccini di Firenze è andata in scena la prima dell'opera da cameraHanno detto (testi di Marco Vichi – musica di Massimo Buffetti). Nel gennaio 2009, al Saloncino del Teatro della Pergola di Firenze è andata in scena la prima di La cena di Oberto, interpretata da Lorenzo Degl'Innocenti. In giugno è uscito per Magazzini Salani il cofanetto (CD+Libro) dal titolo Nessuna pietà, un progetto che nasce dall'idea di utilizzare la grande arma della musica, l'emozione, per tradurre in canzoni le più grandi tragedie dell'umanità, a partire dal genocidio dei pellirossa fino al grande flagello dell'emigrazione, passando per i campi di sterminio, la bomba di Hiroshima, i gulag, i desaparecidos. Il CD vede i testi di Marco Vichi e le musiche di Nicola Pecci. Partecipazioni: Ginevra Di Marco, Stefano Bollani, Piero Pelù, Cisco, Arturo Stalteri, Luca Scarlini, AmbraMarie, Federica Camba, Riccardo Tesi, Steve Luchi, Alessandro Ledda. Il libro è curato da Luca Scarlini, introduzione di Carlo Lucarelli. Nel settembre 2009 è uscito per Guanda Morte a Firenze (Premi: Scerbanenco, Rieti, Camaiore, Azzeccagarbugli), il quarto romanzo del commissario Bordelli, che nel maggio del 2010 è uscito in Audiolibro per Salani con la voce di Lorenzo Degl'Innocenti. Sempre a maggio 2010 è uscito per Guanda il romanzo Un tipo tranquillo. Nel giugno è uscito Pellegrinaggio in città (Mauro Pagliai Editore), la raccolta degli articoli sui luoghi di culto di Firenze e dintorni scritti per il Corriere Fiorentino. Nel mese di settembre sono usciti:Morto due volte (Guanda Graphic), la prima avventura del commissario a fumetti, e l'edizione Einaudi di Bloody Mary, il romanzo scritto insieme a Leonardo Gori. Nel febbraio del 2011 è uscita per Guanda una nuova edizione di Buio d'amore, con tredici racconti, di cui quattro inediti. Nello stesso mese è uscita l'edizione spagnola di Morte a Firenze (Duomo Ediciones). Nello stesso periodo ha partecipato al numero 3 di Micromega, dedicato ai crimini dell'establishment, con il racconto Cara Virginia. Nel novembre 2011 è uscito, sempre per Guanda, la quinta avventura di Bordelli, La forza del destino (quattro edizioni in un mese). I quattro romanzi del commissario Bordelli vengono comprati dalla casa editrice inglese Hodder and Stoughton: il primo, Death in August, è uscito in Inghilterra nel giugno 2011, e negli USA nel luglio 2012 per Pegasus. Il secondo, Death and the olive grove, è uscito in Inghilterra per la Hodder and Stoughton nel gennaio 2012. Successivamente sono usciti il terzo,Death in Sardinia, e il quarto, Death in Florence. Nell'aprile del 2012 è uscito il romanzo La vendetta (Guanda). A giugno dello stesso anno ha curato l'antologia È tutta una follia, sempre per Guanda, e ha pubblicato il breve racconto Il bisticcio (Felici Editore). A novembre è uscito il romanzo Il contratto (Guanda), e poco dopo l'e-book Il bosco delle streghe (GuandaBit). Nel marzo del 2013 ha pubblicato la raccolta Racconti neri (Guanda), e ad aprile ha partecipato all'antologia Nessuna più (Elliot), una raccolta di racconti sulle donne uccise "per amore", i cui proventi sono destinati al Telefono Rosa. Ha poi curato il Decameron 2013 (Felici Editore), uscito a fine maggio in occasione del settecentenario della nascita di Boccaccio: una raccolta di cento novelle moderne, scritte da quaranta autori toscani, inquadrate nella stessa cornice narrativa dell'originale (dieci giornate, dieci novelle ogni giornata), e dove a spingere gli "scribacchini" a isolarsi nel castello di Fontenera per raccontare il mondo e trovare un po' di pace, in luogo della peste di Firenze dei tempi di Boccaccio troviamo la Grande Crisi di adesso. A fine settembre del 2013 è uscito Il testamento, un e-book per i Corsivi del Corriere della Sera Online, e alla fine di ottobre il suo primo libro per bambini, edito da Salani, intitolato La notte delle statue, con le illustrazioni di Francesco Chiacchio, il bravissimo disegnatore che da anni firma le copertine di Vichi per le edizioni economiche di TEA. In aprile ha partecipato al romanzo "corale" Verità imperfette, per Del Vecchio Editore. Nel luglio del 2014 è uscita la sesta avventura del commissario Bordelli,Fantasmi del passato (Guanda). A novembre è uscito il romanzo breveLa sfida (Guanda), e ha curato due antologie, Un inverno color noir(Guanda) e Selva oscura (TEA). Nello stesso mese è uscita una raccolta di racconti brevi, Corpo mondo (FuoriOnda editore). I primi di dicembre del 2014, in occasione del centenario della pubblicazione dei Canti Orfici di Dino Campana, ha partecipato con un racconto a una pubblicazione saggistica di Roberto Maini e Piero Scapecchi, L'avventura dei Canti Orfici - Un libro tra storia e mito(Gonnelli Editore). Nel marzo del 2015 è uscita una nuova edizione Guanda del romanzo Il brigante, con la copertina di Francesco Chiacchio. In aprile è uscito per Maschietto Editore una guida d'arte per bambini dal titolo Nel giardino di Boboli, Un'avventura tra gli alberi e le stelle, che contiene il racconto La notte delle statue, con illustrazioni di Francesco Chiacchio e fotografie di Yari Marcelli (è uscita contemporaneamente l'edizione inglese, sempre edita da Maschietto: In the Boboli garden). In maggio sono usciti due libri: John Fante, fuori dalla polvere (Edizioni Clichy – Collana Sorbonne), un invito alla lettura del grande scrittore italo americano, e il romanzo Il console (Guanda), una storia che si svolge nella Roma del I sec. Tra luglio e settembre, ogni venerdì esce in edicola la collana "Finestre" di Maschietto Editore, otto racconti allegati a QN con le bellissime illustrazioni di Giancarlo Caligaris. A settembre è in libreria la mini antologia Tris, edita da Giorgi, "Tre racconti brevi per altrettanti autori che appartengono a categorie diverse: uno scrittore che ha fatto la storia della letteratura, uno contemporaneo conosciuto, uno scrittore esordiente o che ha appena cominciato a pubblicare. Passato presente e futuro: Italo Svevo, Marco Vichi, Lorenzo Chiodi. Nel novembre 2015 è uscito Il coraggio del cinghialino, una favola per grandi e piccini (Guanda, collana Le gabbianelle).

Massimo Buffetti
diplomato in composizione con C. Prosperi e R. Becheri, si è laureato studiando con A. Clementi e F. Donatoni e ha frequentato stages con G. Grisey, B. Cavanna ed E. Morricone. Al Diplome d'Honneur rilasciato da ACIERS, Art et Culture dans l'Industrie Et la Recherche Scientifique, nel Luglio 1995 per le musiche del film 'Idee in Forma' fanno seguito, tra gli altri riconoscimenti, il Primo premio per la composizione del 'Il piccolo principe', su testo di A. de Saint-Exupéry, nel 12° Concorso Internazionale di Composizione Città di Barletta, 2002 'La Fiaba in Musica', il 2° Premio all'8° Concorso di Esecuzione musicale 'Città di Barletta' Edizione Europea, per 'Le scelte di re Lear', il 2° premio all'8° International Music Competition Vittoria Caffa Righetti per 'Incanti', Quartetto per Arpa, Sax sopr., Vl. e Vlc. ed il 3° Premio all'11° edizione della medesima rassegna, per il Quartetto d'archi 'Il cerchio magico'. Ha realizzato musiche per numerose trasmissioni televisive e produzioni RAI – La storia siamo noi, Geo&Geo, Uno mattina, Ballarò, ecc., film, trailer, documentari e composto per varie compagnie di danza. Tra i CD pubblicati per Spring Art Development figurano 'Leggiero', 2006, Rai Trade, 'Hanno detto' 2010, Opera da camera su testo di Marco Vichi e 'La fabbrica del nulla', 2011, Rai Trade. Nel suo repertorio sono presenti circa 90 brani strumentali e vocali in ambito cameristico e sinfonico nella quasi totalità eseguiti in Italia e all'estero e pubblicati, in parte, da Rai Trade. E' docente della classe di Pianoforte moderno presso la Scuola di Musica di Sesto Fiorentino (Fi).

 

 

 

 

 

 

  Sostenitore Estate Regina Montecatini Terme Credito Cooperativo Valdinievole Unicoop Firenze BK1 conceptFactory
  Home | Programma | Orchestra | Press | Sostenitori   Privacy policy | design creativalab.com | webmaster GS
Comune di Montecatini Terme Terme di Montecatini Regione Toscana

 

Contatti e Prenotazioni